Come scegliere il social giusto per la tua attività: parti dagli obiettivi

Essere presenti nel web con la propria attività non è mai stato così importante come in questo momento: il numero degli utenti che si connette a Internet su scala mondiale ha superato nel 2017 la soglia dei 4 miliardi di persone, la maggior parte dei quali naviga quotidianamente nei social media.

 

Puntando la lente d’ingrandimento verso l’Italia, il report annuale Global Digital 2018 ci dice che ben il 73% della popolazione è online (43 milioni di persone), di cui ben 34 milioni di utenti sono attivi sui social media.

Siamo sempre più connessi e interconnessi, senza distinzione di età, sesso o provenienza geografica; trascorriamo quasi 6 ore al giorno online, di cui 2 sono passate in una piattaforma social.

 

34 milioni di persone che spendono in media due ore al giorno in un social network… Si prospetta uno scenario interessante per far conoscere o espandere la tua attività, no?

 

Perché quindi perdersi l’occasione di essere presenti nei social?

 

Facebook, Youtube, Instagram, Twitter, Pinterest, LinkedIn: la scelta è vasta, e ad ogni social corrispondono pubblici, contenuti e obiettivi diversi. L’importante è, quando si decide di aprire canali social, di scegliere quelli più consoni alla propria attività e creare contenuti validi secondo l’obiettivo che si intende raggiungere.

Attraverso i social si può fare pubblicità e quindi aumentare il traffico in entrata al proprio sito, fidelizzare e creare engagement con il cliente o potenziale tale; attivare un supporto di customer service, far crescere la brand reputation e, se si lavora in un certo modo, aumentare anche il proprio fatturato.

 

Sempre di più quello che conta sono i contenuti, che devono essere di qualità, sensati, non superflui e inutili. Per ottenere risultati è importante avere una strategia e degli obiettivi chiari. Per questo motivo è sempre bene per un'azienda affidarsi a dei professionisti nel campo dei social media in grado di creare e gestire contenuti ad hoc per questo tipo di canali, interagire con la community, monitorare costantemente gli andamenti, analizzare e produrre report.


Le possibilità offerte dai social media sono molte, l'importante però è sempre partire dagli obiettivi. In conseguenza di questi sarà possibile compiere scelte oculate. 

 

Se il tuo obiettivo ad esempio è far conoscere il tuo business da più persone possibili, Facebook è la soluzione

 

In Italia sono attive su Facebook 34 milioni di persone al mese...più della metà della popolazione!

Facebook è il secondo social media più utilizzato dopo Youtube, ed è popolato da ogni fascia d’età, dai giovanissimi fino agli over 65. Nato come social per connettere le persone, si sta evolvendo sempre di più verso una grande opportunità anche per le aziende.

Come inserirsi in questo scenario in modo da trarne profitto? Non si parla solo di crescita di visibilità, ma anche di veri e propri ritorni economici.

 

Facebook permette di creare una pagina aziendale in cui, oltre a gestire gruppi e rispondere direttamente alle domande dei clienti, si possono caricare informazioni, immagini, video, pubblicare sondaggi; tutto ciò dev’essere proposto seguendo uno specifico piano editoriale che deve adattarsi ai propri obiettivi ed esigenze in primis, per poi produrre contenuti in target con il proprio brand/azienda.

Grazie al servizio Facebook ADS si possono gestire campagne di advertising, sponsorizzare semplici post, avviare attività di remarketing dei prodotti e molto altro ancora. Basti pensare che il 48% delle pagine Facebook usano paid media per incrementare la reach dei singoli post.

Grazie a questi strumenti di advertising è possibile aumentare notevolmente il proprio business online, anche grazie alla possibilità di targetizzare sempre più minuziosamente il pubblico e raggiungerlo con le informazioni che vuole veramente ricevere.

Una potenziale miniera d’oro, se affrontata con le armi giuste.

 

Scegli Instagram se vuoi raccontare la tua azienda attraverso contenuti visuali d’impatto

 

Il 60% delle persone, secondo un sondaggio commissionato dall’azienda stessa, afferma di scoprire nuovi prodotti su Instagram, social basato sulla condivisione di sole foto e immagini raggruppate attraverso l'uso di hashtag, utilizzato da 16 milioni di persone in Italia.

Instagram offre infatti la possibilità di creare un profilo aziendale, spesso connesso a quello di Facebook; possibilità interessante se teniamo conto che i profili di tipo business vengono visitati da oltre 200 milioni di instagrammer almeno una volta al giorno, e che 7 hashtag su 10 sono brandizzati.

Questo social media è più giovane di Facebook ma negli anni ha avuto una rapida ascesa sia in termini di iscrizioni di nuovi utenti che per quanto riguarda la continua evoluzione di aggiornamenti disponibili.

Il contenuto fa da padrone, per cui di conseguenza ci sono aziende per la quale è consigliato aprire un account Instagram e altre meno. Abbigliamento e moda in generale, ma anche design d’interni, arredamento, artigianato possono trovare un "ambiente" ideale in questo social network. 

 

Tutte le attività che vogliono raccontare a clienti e potenziali tali la loro storia e quella dei loro prodotti attraverso immagini interessanti dovrebbero essere presenti su Instagram.

 

Fai conoscere la tua azienda e le tue competenze ad una comunità di professionisti: questo è LinkedIn!

 

Creare una rete di scambio di conoscenze e sviluppo di contatti professionali è possibile anche attraverso la rete, grazie a LinkedIn, social network per professionisti ed aziende che attualmente nel mondo conta più di 500 milioni di utenti iscritti, di cui 10 milioni in Italia

 

LinkedIn è una piattaforma social che permette di creare un proprio profilo personale nel quale inserire le qualifiche professionali, la formazione e competenze che possono essere confermate e commentate dalla nostra rete di contatti.

Questi contatti possono essere sia gli attuali colleghi, che altri utenti con i quali ci interessa metterci in contatto e scambiare articoli e opinioni sulle tematiche del proprio settore di appartenenza.

Oltre al profilo personale si può creare anche una pagina aziendale, all'interno della quale riportare tutte le informaziomni e gli aggiornamenti che riguardano il proprio business: convidivedere articoli, approfondimenti e news riguardanti la propria attività è un'ottima strategia per mantenere i propri contatti sempre aggiornati sulle novità che riguardano il proprio brand e la propria offerta.

Gli obiettivi di questo social sono molteplici, dal far crescere la propria rete di contatti professionali, sia personali che per la propria azienda, alla diffusione di competenze e buone pratiche, all'head hunting; molti recruiter infatti si affidano a LinkedIn per trovare nuove professionalità o nuovi partner. 

 

 

Presenziare attivamente un social come LinkedIn permette inoltre di trovare nuove opportunità di business, e può diventare un elemento importante nella strategia di visibilità aziendale anche in termini B2B e di brand reputation.

 

 

Oltre alla scelta su quale social essere presenti, risulta fondamentale avere una strategia editoriale chiara e ben strutturata, pensata su misura per ogni target di riferimento.

Uno degli errori più comuni commessi dalle aziende è quello aprire molti canali social e non seguirli né aggiornarli: questo dà al cliente un pessimo feedback sull’attività che rischia di risultare poco curata e obsoleta. Oltre che essere un'occasione persa. 

Prima di inziare pertanto è importante identificare gli obiettivi che vogliamo raggiungere e porsi le domande giuste, affidandosi per le risposte a professionisti esperti del settore.

Vuoi saperne di più su questo argomento?

Contattaci ora!
✕ CHIUDI

Whynet Srl
Via Sorio, 46/A
35141 Padova
Tel: 049 2021227 - Fax: 049 20212263
Email: info@whynet.info

P. Iva: 04607950286
REA: PD-403789
Cap. Soc.: €12.000,00 i.v.